La sterilizzazione degli imballaggi con la normativa ISPM-15

imballaggi ispm 15

Tutti i materiali naturali o derivati dalla natura hanno bisogno di un trattamento sanitario specifico, in modo tale da ridurre al minimo la formazione di parassiti, batteri e organismi che possono rivelarsi tossici per le persone ma anche per l’ambiente.

A questo scopo la FAO ha firmato una normativa chiamata ISPM-15 (International Standards for Phytosanitary Measures), con la quale si regolamentano tutti i sistemi di imballaggio e trasporto in legno su scala internazionale.

Il legno, in quanto materiale naturale, deve subire un trattamento termico ad alte temperature detto HT (High Treatment), in cui l’imballaggio viene riscaldato a 56°C per circa 30 minuti (a volte anche di più). In questo modo, si evita il rischio di formazione di batteri e organismi nocivi, sia per l’ambiente che per le persone.

Il trattamento ISPM-15 si può effettuare sia sull’ imballaggio sfuso che su quello già montato. Alla fine della procedura, si applica sulla superficie il marchio IPPC/FAO.

Oltre al trattamento HT, esiste un’altra procedura, chiamata fumigazione, che avviene utilizzando una sostanza come il bromuro di metile (per questo, la fumigazione è detta anche MT – Metil Bromide). Essendo, però, il bromuro di metile una sostanza potenzialmente tossica, la fumigazione può avvenire solo con imballaggi che non entrino in contatto con alimenti e prodotti farmaceutici. La fumigazione è una specie di disinfestazione, a seguito della quale si scongiura la presenza di parassiti, microbi, tarli o batteri pericolosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *